Articoli con tag “http://www.jabadabadoo.it/

chest pain waltz pt.V

quella cosa che ho raccontato una volta che mi hanno intervistato, ne parlavo qui in un post che si chiama un ricco omaggio un ricco tributo un ricco noscimento, ho raccontanto che l’amica psicologa di una mia amica aveva detto che secondo lei per affrontar la vita ho bisogno di alcuni strumenti, senza faccio fatica. la fotografia, la scrittura, la musica. la psicologa diceva anche che le donne le uso come degli strumenti. che lì sul momento quando è saltata fuori questa cosa un po’ mi ero spaventato. che intanto il verbo usare, riferito a una donna che mi piace, che fastidio. e poi anche strumento, addirittura. che parola brutta.

e invece aveva ragione, la psicologa.

che mi sono accorto, la signorina che in questi giorni non c’è e io di notte non dormo niente. la uso come uno strumento. quando c’è, intendo. si capisce quindi perchè non dormo.

in pratica, fa da apparato filtrante.

funziona così, quando dorme nella mia spalla, magari a lei sembra che sta solo dormendo, e invece fa una cosa bellissima neanche si accorge respira l’aria, la butta fuori e quell’aria la respiro poi io. prende il mondo, se lo tira dentro e poi lo fa uscire con il suo profumo addosso.

ecco. di notte, respirare l’aria senza che prima l’abbia filtrata lei, mi passa la voglia di dormire.

che poi chissà come la prende, che scrivo pubblicamente queste cose un po’ innamorate, conoscendola è facile che prima di salir sull’aereo per tornare qua mangia un panino con la cipolla.

non sarebbe neanche la prima volta.


un ricco omaggio, un ricco tributo, un ricco noscimento.

c’è questo giornalino locale, a vittorio veneto, dove vivo, esiste da cinque anni o giù di lì. è una cosa fatta da dei ragazzi che ci si mettono anche d’impegno, io devo essere sincero non me l’ero mai filato più di tanto più che altro perchè avevo l’impressione ci fosse dietro un po’ di clero. nel senso, da quel che so tutto è partito dai giovani di carpesica, che poi nemmeno a farlo apposta è il quartiere dove son venuto a vivere. e insomma son della gente che sa il fatto suo, organizzano un sacco di eventi di concerti di attività culturali, ce ne fosse di più, in giro, di gente così. l’unica cosa, tanti di questi eventi li organizzano alla parrocchia di carpesica, io ho questo mio limite che col clero ho sempre avuto fin da piccino un brutto rapporto, delle brutte esperienze, ogni volta che sospetto che in qualche maniera c’è di mezzo il clero, io sono una gran brutta persona mi rendo conto benissimo, ho dei pregiudizi, ogni volta che ho l’impressione che c’è di mezzo il clero mi partono dei blocchi mentali.
insomma, questo giornalino, ogni volta che lo vedevo in giro, che è un giornalino mensile a diffusione gratuita lo si trova un po’ dappertutto, anche nelle pizzerie, faccio per dire, ogni volta che lo vedevo in giro mi veniva da pensare toh, il giornalino parrocchiale.
allora è successo che un mese fa questi del giornalino mi han chiesto di far le foto di una copertina, che dovevano fare un servizio su degli skaters locali, già che c’erano mi han chiesto se volevo fare un’intervista che poi mettevano un articoletto su di me.

che si vede che loro non sono delle brutte persone, i pregiudizi sui fotografi pelati antipatici e anticlericali, loro questi pregiudizi non ce li hanno.

poi, mi son reso conto, non devono nemmeno esser  tanto clericali, visto che oltre che intervistare i fotografi antipatici, intervistano anche le giovani pornostar.

allora, il giornalino con le mie foto in copertina e la mia intervista in fondo nell’ultima pagina è uscito in questi giorni in forma cartacea, per chi non gira per i locali vittoriesi e non ha accesso alla forma cartacea, c’è anche la versione digitale, se volete andare a vedere c’è il sito, andate lì, vi scaricate il numero di gennaio di questo giornalino, l’indirizzo per andare sul sito è questo qui sotto.

http://www.jabadabadoo.it/