autolesionismo.

ero in macchina prima stavo andando ad arcinema. che arcinema per chi non sa che roba sia fa niente. per chi lo sa, quest’anno bisogna ammettere che è una roba fuori dal comune.
allora stavo andando ad arcinema avevo la radio accesa radiodue ad un certo punto han fatto sentire un pezzo di jovanotti, anche se ormai è da tempo che non si fa chiamare più jovanotti, lorenzo cherubini. che fino a poche settimane fa alla radio facevano sentire il suo ultimo singolo che si chiama tutto l’amore che ho, una roba fatta con la pianolina bontempi sembra un pezzo degli eiffel sixtyfive, per chi se li ricorda, per chi non se li ricorda va bene lo stesso non fa niente non è importante. allora dicevo, tutto l’amore che ho era un brano anche un po’ imbarazzante di lorenzo cherubini jovanotti era il suo ultimo singolo, ha vinto il disco di platino. invece adesso il suo ultimo singolo che passa per radio non è più quello è un altro il titolo non lo so, andiamo a cercarlo insieme su google l’ultimo singolo si chiama le tasche piene di sassi. stavo ascoltando questa canzone di lorenzo cherubini jovanotti io non voglio adesso dire se lorenzo cherubini mi piace se non mi piace se trovo che i suoi pezzi siano belli o se trovo invece che nei suoi testi dica delle enormi banalità ora questi discorsi non c’entrano. c’entra piuttosto che in questo suo ultimo singolo lorenzo cherubini jovanotti canta ad un certo punto un ritornello che dice, e cito testualmente, sono solo stasera senza di te.
ora, ci avrete fatto caso, lorenzo cherubini jovanotti, io non voglio stare qui a dire se per me è intonato o se è stonato, ora questo non c’entra, c’entra piuttosto che lorenzo cherubini jovanotti un difetto oggettivo ce l’ha sempre avuto è che lui le esse e le zeta non riesce a pronunciarle. ha proprio un difetto di pronuncia evidente le esse e le zeta gli partono da tutte le parti fa di quei casini.
ora io sono uno di quelli che quando ascolta della musica gli piace farsi coinvolgere. e siccome stavo andando ad arcinema ci stavo andando da solo che la signorina non c’era mi mancava anche molto, mi avrebbe fatto un certo effetto sentirmi dire in una canzone alla radio che sono solo stasera senza di te, mi sarebbe partita una malinconia anche bella. e invece, quando è partito il ritornello dell’ultimo singolo della canzone di lorenzo cherubini jovanotti, che era la prima volta che lo sentivo poco fa mentre andavo in macchina ad arcinema, gli partivano le esse e le zeta da tutte le parti, c’è mancato un pelo che mi schiantavo sulla rotonda dell’ospedale da quanto ridevo mi lacrimavano gli occhi non vedevo più niente.
per fortuna, non mi son schiantato sulla rotonda dell’ospedale. che su quella rotonda mi ci son già schiantato in passato, ho già dato.

Annunci

2 Risposte

  1. mattia

    coftellazzzioni di galaffffffie di energia!

    23 marzo 2011 alle 1:40 pm

  2. che forte che ti xe!

    28 marzo 2011 alle 10:03 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...