in confidenza.

ho scoperto la masturbazione a nove anni.

in una maniera che ogni volta che ci ripenso mi vien da ridere, perchè nel mio immaginario collettivo la masturbazione è una cosa che magari la scopri perchè ti passa l’informazione qualche amico.
invece io non ne sapevo niente. nel senso, sapevo della sua esistenza, ma non sapevo nulla sulla procedura.

era un pomeriggio qualsiasi stavo facendo dei compiti di scuola avevo lì il vocabolario ad un certo punto mi son messo a cercare le parolacce. quando son capitato sulla definizione di orgia ho sentito tutto un caldino in basso, tutta un’agitazione, ed è stato lì che son diventato un ometto.

quando poi mi son reso conto che era un passatempo divertente e soprattutto che era gratis, non mi son più fermato, mi ci sono appassionato.

e a nove anni usar la fantasia non è mica facile, cosa ti vuoi immaginare che non sai nemmeno bene come è fatta una donna, ho preso dimestichezza sin da subito coi supporti visivi.
la pornografia vera e propria era chiaramente fuori portata, bisognava che mi arrangiassi un po’ con quel che trovavo. la principale fonte di ispirazione era il postalmarket, poi andavano bene anche le pagine delle pubblicità di intimo sulle riviste che giravano per casa.

comunque era una vita mica tanto facile. la voglia era tanta ma le risorse, che altro non erano che foto di modelle in mutande e reggiseno, erano parecchio limitate sia nella quantità che nell’accessibilità.

e infatti quando poi son diventato grande e a parte la masturbazione ho cominciato  anche a fare del sesso con le morose, le mie prime due morose, prima una poi l’altra eran concordi nel sostenere che secondo loro ero sessuomane.
sarebbe a dire che volevo ciulare troppo.
e a me sembrava strano, anche perchè avevo alle spalle tutti quegli anni di fantasie sulle modelle in mutande e reggiseno stampate su carta, avevo idea che fosse cosa sana e naturale recuperare gli arretrati con una donna vera.

ieri sera son passato a trovare un amico, e lui tra le altre cose che fa per lavoro organizza i doposcuola per i ragazzi delle scuole medie. sono entrato nel suo ufficio mi son seduto a far delle chiacchiere lui era lì che intanto trafficava con un computer portatile ad un certo punto si è incazzato porcocane ancora youporn.
come scusa?
è il computer di uno dei ragazzi del doposcuola, stavo provando a bloccar l’accesso ai siti porno ma non ci riesco.
ah, capito. io probabilmente sarei morto.
eh?
no, dico, se quando avevo undicianni mi lasciavano per le mani un computer tutto mio con l’accesso a internet, con la pornografia gratisdata che c’è ora, è facile che mi sarei ammazzato di seghe. e per ammazzato intendo proprio come trovato morto nella mia cameretta.

Annunci

3 Risposte

  1. alce

    Il mio youporn era un giornaletto nascosto sotto terra con delle fighe pelozizzime. A parte l’amarcord sei proprio un porsel, ma siam in tanti.

    12 gennaio 2011 alle 10:21 pm

  2. Max

    Cavoli Alce proprio sotto terra? E ogni volta che ti veniva voglia partivi con pala e carriola per avere il mitico giornaletto? Whow! Complimenti per la costanza!

    13 gennaio 2011 alle 10:00 am

  3. jeanluc

    ah! già sai…:)

    13 gennaio 2011 alle 7:53 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...